REPERIBILItà H24

Chirurgia

La Clinica Veterinaria Croce di Gussago del Dott. Bocchi Fanti Paolo con sede a Gussago offre, anche grazie alla collaborazione di medici specialisti, la possibilità di interventi di chirurgia addominale, chirurgia ortopedica ed oculare dedicati al vostro cane, gatto ed animali non convenzionali (conigli, cavie, tartarughe etc)

Chirurgia Addominale e Chirugia Ortopedica

La Clinica Veterinaria Croce Di Gussago offre la possibilità di eseguire operazioni di Chirurgia Addominale di base (Sterilizzazioni, castrazioni, cesarei, asportazione neoplasie, mastectomie etc) e specialistica. Chirurgia Ortopedica (riduzione fratture e lussazioni, artrodesi, TPLO, sinfisiodesi).

Prestazioni effettuate in sicurezza con uno staff sempre aggiornato su tutte le moderne metodiche di intervento e con la collaborazione di medici chiurghi specialisti..

Chirurgia degli animali non convenzionali

Chirurgia di base degli animali non convenzionali (ad esempio sterilizzazioni e castrazioni conigli, o ricostruzione fratture traumatiche carapace geocheloni)

Sterilizzazione e Tumori Mammari

Numerosi clienti ci chiedono un consiglio se sterilizzare o meno il proprio cane.
Noi consigliamo fortemente la sterilizzazionepr ima del secondo calore nelle cagne non riproduttrici.
Numerosi studi ormai dimostrano che la sterilizzazione precoce nella cagna ha un ruolo importante per la prevenzione delle neoplasie mammarie.
Questi tumori sono rari sotto i 2 anni di età ma l’incidenza aumenta drammaticamente dopo i 6 anni.
Le gravidanze non hanno effetto protettivo.
Il segno clinico più comune nel tumore mammario consiste nella formazione di un nodulo in una ghiandola mammaria.
Inizialmente hanno dimensioni di un chicco di riso che possono man mano crescere, fino a diventare grossi come un’arancia.
Circa il 50% delle neoplasie mammarie sono maligne, le dimensioni non sono sempre correlate alla malignità, in quanto anche un nodulo miliare di pochi millimetri può essere maligno.
E’ quindi importante far visitare periodicamente il vostro animale dai Medici Veterinari che controlleranno, tramite palpazione, il tessuto mammario. Altrettanto importante è il controllo tra le mura domestiche: se notate una neoformazione sulla superficie ventrale del corpo prendete appuntamento per una visita. 


COSA FARE in presenza di un NODULO MAMMARIO:

Non aspettare! In presenza di un tumore maligno le metastasi polmonari si sviluppano in 6 mesi.
Si consiglia una stadiazione completa per la ricerca di metastasi. Fondamentale almeno una radiografia al torace. Trattandosi di animali anziani, sono indicati esami del sangue e delle urine completi per stabilire il rischio anestesiologico. STERILIZZAZIONE! Se effettuata insieme alla mastectomia,aumenta il tempo di sopravvivenza anche del 44%. Far analizzare il nodulo istologicamente è molto utile per stabilire una prognosi ed eventuali terapie aggiuntive.

Rottura Legamento Crociato e Tplo

La rottura del Legamento Crociato nel Cane è una patologia molto frequente in ortopedia veterinaria. A differenza dell’uomo che può convivere con la rottura del legamento, la diversa conformazione del ginocchio del cane rende la chirurgia quasi sempre necessaria. Quando il legamento si rompe il ginocchio diventa instabile e questo provoca dolore e zoppia a carico dell’arto posteriore.
La rottura può essere traumatica o degenerativa.Il sovrappeso rappresenta un fattore critico molto importante. In genere la terapia farmacologica non risolve l’instabilità del ginocchio. Ci sono molte tecniche descritte per la chirurgia del legamento crociato, la TPLO (Tibial Plateau Levelling Osteotomy) ovvero: osteotomia livellante del piatto tibiale, rappresenta oggi la tecnica di elezione. Lo scopo è riportare il piatto tibiale ad un angolo fisiologico (quindi meno inclinato) in modo che il legamento crociato, ormai rotto, non sia più necessario alla normale biomeccanica del ginocchio.
POST OPERATORIO:
ANTIBIOTICO
ANTIDOLORIFICO

PRIMO CONTROLLO E SFASCIATURA DELL’ARTO: dopo 5-6 giorni dall’intervento.
PUNTI: vengono tolti dopo 14 giorni dall’intervento.

GESTIONE POST OPERATORIA DELL’ATTIVITA’:Dopo l’operazione il cane andrà tenuto in un ambiente protetto (ad esempio in casa o in uno spazio recintato di circa 2mx2m) dove non possa ne correre ne saltare. All’aperto andrà sempre condotto al giunzaglio e non dovrà mai essere lasciato libero. La TPLO è un intervento chururgico che prevede un’osteotomia della Tibia (taglio dell’osso), una cattiva gestione del cane nel periodo post-operatorio può comportare complicazioni anche gravi quale il cedimento dell’impianto.
Controllo dopo 2 mesi (con RX)
La TPLO permette una ripresa funzionale ottimale nel 98% dei casi operati. Ciononostante non va dimenticato che il periodo post-operatorio richiede molta attenzione da parte del proprietario.